Categorie
Arte e cultura Feste Informazione

San Patrizio

20140316-220521.jpg

La storia, o la leggenda, di S. Patrizio è davvero affascinante. Nato nel 385, a 16 anni fu rapito dai pirati e venduto al re d’Irlanda come schiavo. Ebbe l’occasione di imparare la lingua e la cultura celtica, oltre, ovviamente, alla religione. Dopo sei anni riuscì a fuggire e a tornare alla sua famiglia. Dopo un po’ di tempo ritornò alla Chiesa Cristiana, fu nominato diacono e, successivamente, Vescovo in Gallia. Papa Celestino I gli affidò l’evangelizzazione dell’Irlanda. Il papa non avrebbe potuto scegliere una persona migliore: Patrizio fuse la cultura celtica alla religione Cristiana, riuscendo nel suo compito e convertendo molti. È a lui che si deve la famosa croce celtica irradiata, simbolo del cristianesimo irlandese.
I fedeli irlandesi gli sono molto devoti e lo festeggiano il 17 marzo; e a ragione lo ringraziano, se è vero che fu proprio lui a scacciare i serpenti dall’Irlanda, al suo tempo infestata.
Ma questa è molto probabilmente solo una leggenda, come pure il famoso pozzo di S. Patrizio, che scendeva fino alle porte del Purgatorio.
Certo fu un abile predicatore: riuscì (sempre secondo una leggenda) a spiegare la Trinità alla gente semplice di quelle lontane terre verdeggianti con un trifoglio. Come può Dio essere uno e trino? Un po’ come il trifoglio, che presenta tre foglie ma un solo stelo!
Da allora il trifoglio divenne il simbolo di una intera nazione.

Una risposta su “San Patrizio”

Rispondi