Categorie
Scienze

Bohr e google

Ricorre oggi i 127º anniversario della nascita di Bohr, che diede contributi fondamentali per comprendere la struttura dell’atomo (l’atomo che ancora oggi studiamo viene detto atomo di Bohr) e nella matematica quantistica.

Ricevette vari riconoscimenti: il suo nome fu usato per un elemento chimico, il Bohrio, per un asteroide (il 3948 Bohr), un cratere e una valle lunare e, tre anni dopo la sua morte, l’università di Copenaghen assunse il nome “Niels Bohr”. Inoltre era ritratto sulla banconota danese da 500 corone.

Albert Einstein fu amico di Bohr, ed è in una lettera a lui indirizzata nel 1926 nella quale Einstein fece la sua famosa osservazione sulla meccanica quantistica, spesso parafrasata come “Dio non gioca a dadi con l’universo“, a cui lui rispose “Non dire a Dio come deve giocare”.

Google lo ricorda con una bellissima immagine, che vi proponiamo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...